Il miele. Un vero e proprio alimento. Buono anche contro i malanni stagionali.

Il miele è un alimento.

Un vero e proprio alimento. Sano e nutriente.
Può darsi che ad alcuni non piaccia il miele, per via del suo particolare sapore, specialmente ingerito da solo, senza accompagnamento.
A me, invece, piace tantissimo.
Ed è fortunato chi, come me, è in grado di mangiare il miele, sia da solo sia sciolto nel tè (io solitamente lo utilizzo la mattina, al posto dello zucchero, sciolto nel tè Bancha, di cui trovate le proprietà e i benefici cliccando qui).
Il miele può essere usato in qualità di dolcificante, certo, ma non dimentichiamo mai che è un alimento in tutto e per tutto.
Prodotto dalle api (dunque naturale al 100%, sempre che vi serviate da un apicoltore di fiducia), il miele vanta i seguenti elementi: vitamine, oligominerali, sostanze in grado di svolgere un’azione antibiotica naturale ed enzimi.
Il miele è ricco di sali minerali.
Possiamo infatti trovare: sodio, potassio, zinco, fosforo, calcio e magnesio. Proprio grazie alla particolare azione di questi ultimi due sali minerali, il miele è in grado di svolgere anche un’importante funzione per il mantenimento delle ossa.
E le vitamine in esso presenti?
Eccole qua: B1, B2, B5, B6, C, E e K.
Sappiamo tutti il largo impiego del miele, fin da tempi addietro, nel campo delle affezioni alle vie respiratorie prime, ovvero, mal di gola, tosse e raffreddore. Si tratta di un buon calmante per la tosse e, magari sciolto nella bevanda della colazione mattutina, o della pausa-merenda pomeridiana, diventa un buon aiuto espettorante, decongestionante e mucolitico per raffreddore e catarro.
Un cucchiaino di miele, associato a qualche goccia di limone, la sera prima di andare a letto, aiuterà ad addormentarsi a chi ha mal di gola. Ovviamente non esagerate con il miele la sera prima di andare a letto, per non rischiare di non riuscire a prendere sonno per via dell’energia sprigionatavi dal miele.
Il miele, infatti, è anche un grande energetico per il nostro corpo. Svolge un’azione positiva sui muscoli che ne favorisce la forza e la resistenza.
Per chi soffre di anemia, il miele è un buon alimento, poiché svolge pure una funzione antianemica. E la sua azione diuretica aiuta i reni nel loro operato quotidiano.
Il miele è composto per circa il 90% da glucosio e fruttosio, perciò, chi già ha una dieta quotidiana ricca di zuccheri non esageri, ed ognuno rapporti la quantità di miele da poter consumare con la propria situazione fisica la propria dieta.
La digestione del miele, inoltre, per l’uomo non richiede sforzi, poiché si tratta di un elemento già predigerito naturalmente, per via del processo di “produzione” che viene attuato già in precedenza dalle api.
Che dire? Mano al cucchiaino e buon assaggio!!!
Può essere utile. 🙂

Proprietà e benefici del cibo. Ricette naturali, vegetariane e vegan. Redazione di Naturalmente Mangio.

Leave a Reply

1 commento

  1. Pingback: Si può fare il latte di soia in casa? Sì, ecco come si prepara. | NaturalmenteMangio

Next ArticleMenu di Natale Vegan. Mangiare bene, sano e leggero.