Strudel caldo servito con zabaione fresco, una ricetta sana e deliziosa

Amici di NaturalmenteMangio, oggi faremo un dolce della tradizione trentina ormai divenuto patrimonio italiano, del quale già avrete visto la foto del mio delizioso assaggio in un ristorante sui nostri Tweet o sulla nostra pagina Facebook.

Eh sì, si tratta proprio dello strudel!

Sfatiamo il mito che vede lo strudel essere un dolce estremamente grasso.
E’ falso!
Semmai calorico, questo forse sì, ma c’è una bella differenza!
Quando le calorie derivano dalla frutta secca e cotta è tutt’altra cosa rispetto all’assumerle attraverso grassi animali e fritti.
Non confondiamoci.

Detto questo, possiamo partire con la realizzazione della nostra ricettina.

Sapete bene che lo strudel richiede la preparazione della pasta (o l’acquisto di questa) e del suo ripieno.
Andiamo per ordine.
La pasta nella quale il ripieno viene arrotolato può essere preparata in casa o acquistata (per chi ha meno tempo).
Il mio suggerimento è quello di realizzarlo con la semplice pasta fatta in casa, la stessa utilizzata per fare dei buonissimi primi. Quest’ultima la trovate tranquillamente in qualunque negozio di pasta fresca.
Eviterei di utilizzare la pasta sfoglia (fresca o congelata) per non aggiungere grassi inutili al dolce.

Ingredienti.
Pasta fresca delle dimensioni un po’ più piccole di una teglia da forno
25/30 gr di pinoli
700 gr di mele gialle
2 cucchiai di zucchero di canna
50 gr di uvetta (facoltativa, non a tutti piace)
2 cucchiai di marmellata (facoltativa e la vostra preferita, suggerirei di fichi)

Preparazione.
Tagliate a cubetti le mele e mescolatele in una terrina insieme ai pinoli e all’uvetta (facoltativa).
Aggiungete lo zucchero di canna e i 2 cucchiai di marmellata (facoltativi) se volete amalgamare bene il tutto.
A questo punto, stendete la pasta e versatevi il ripieno lungo il lato più corto, non troppo vicino al bordo poiché dopo dovrete arrotolare la pasta.
Arrotolate, ora, l’impasto fino in fondo.
Dopo aver ricoperto una teglia con la carta da forno, infornate a 170° per almeno 20/30 minuti, e comunque fino a che non lo vedrete dorarsi.

Presentazione.
Tagliate lo strudel a fette.
Servitelo caldo con dello zabaione (uova sbattute con zucchero di canna) oppure con dello zabaione congelato e, se volete, una spolveratina di cacao amaro o del cioccolato fondente (in scaglie o sciolto).
Sbizzarritevi con fantasia e creatività!

Buona sana scorpacciata a tutti!

Proprietà e benefici del cibo. Ricette naturali, vegetariane e vegan. Redazione di Naturalmente Mangio.

Leave a Reply

Next ArticleBio Blu, negozio bio a Genova, 5 minuti dalla stazione di Prà