Zuppa di fagioli con cavolo nero, ecco cosa cucinare per gli amici.

Le zuppe stanno diventando sempre più un piatto gustoso e amato da giovani e adulti.
Certamente perché la zuppa è un piatto semplice e nutriente allo stesso tempo, digeribile, sano e facile da realizzare.

Ultimamente ci si sta avviando verso una cucina semplice e con ingredienti sani e genuini, cosa che noi di NaturalmenteMangio amiamo tantissimo. Chi l’ha detto che per cucinare bene occorrono numerosi ingredienti e magari anche chimici?!
Noi pensiamo che la semplicità e la naturalezza degli ingredienti siano il primo fondamentale elemento della buona cucina.

Ecco a voi la ricetta della zuppa di fagioli con cavolo nero.

Ingredienti (per 2 persone).
150 gr di fagioli biologici secchi o in scatola già pronti (meglio se cannellini)
7 foglie di cavolo nero
3 carote
1 spicchio d’aglio
2 foglie di salvia
cubetti di pane tostato (o crostini)
olio extra vergine d’oliva
sale
pepe

Preparazione.
Se scegliete i fagioli secchi ricordatevi di metterli a bagno una decina di ore prima di preparare la zuppa.
Se invece utilizzate i fagioli già pronti potete direttamente versarli in una pentola.
Aggiungete la salvia e un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva.
Versate acqua fino a coprire il tutto superandolo di due dita e mettete sul fuoco a bollire. Non appena vedrete le prime bolle abbassate il fuoco al minimo, chiudete con il coperchio e lasciate cuocere il tutto per circa un’ora.
Tagliate a fettine le foglie del cavolo nero (eliminate la costa centrale), lo spicchio d’aglio e le carote. Uniteli ai fagioli.
Schiacciate con la forchetta una parte dei fagioli affiché possano formare una sorta di crema che accompagni la cottura e poi la presentazione della zuppa.
Fate cuocere ancora per circa 20-30 minuti.

Consiglio.
La prima parte della cottura, quella dei fagioli, potreste farla con la pentola a pressione, che dimezzerebbe i tempi, da un’ora a 30 minuti.

Proprietà e benefici del cibo. Ricette naturali, vegetariane e vegan. Redazione di Naturalmente Mangio.

Leave a Reply

Next ArticleMarmellata di radicchio rosso, una delizia con il formaggio