Amarene, stimolano i reni e rigenerano il colon

La pianta che ci dona le amarene, il Prunus cerasus, ha un legame parentale con il ciliegio. Spesso il Prunus cerasus è conosciuto maggiormente con il nome di Amarasco, o altre volte, di Visciolo.

Ma passiamo alle proprietà e ai benefici che le amarene sono in grado di donarci, dato che le amarene sono un frutto dal gusto particolarissimo e molto adatto per guarnire dolci fatti in casa, semifreddi e gelati.

Nelle amarene si trovano in buona quantità di fosforo, magnesio, ferro, calcio, potassio e non solo.

Le amarene contengono anche vitamine del gruppo B, la vitamina A, la vitamina C e la vitamina PP.

Si è scoperto anche che le amarene hanno una funzione anticancerogena. La loro azione si espleta contro i radicali liberi.

Inoltre, le amarene prevengono l’ictus e anche la trombosi. Questo grazie ai bioflavonoidi presenti in questo ricchissimo e buonissimo frutto, poiché rafforzano i capillari.

Anche per gli sportivi giunge un’interessante notizia: le amarene placano la formazione di crampi muscolari e del fastidioso acido lattico che solitamente arriva dopo particolari sforzi muscolari.

Una curiosità.
I noccioli delle amarene possono essere utilizzati per realizzare l’interno di particolari cuscini (anche da fare in casa da sé) in grado di aiutarci in caso di mal di pancia o dolori cervicali. Come? Ve lo spiego subito.
Basta raccogliere una quantità di noccioli tale da riempire un cuscino, anche piccolo, secondo le vostre esigenze, dovrete lavarli e lasciarli essiccare al sole, o al caldo, per un giorno o due.
Una volta realizzato questo personalissimo cuscino in cotone, al momento del bisogno basterà scaldarlo nel forno a microonde per circa 1-2 minuti ad una media temperatura. Appena scaldatolo lo porrete nella zona dolorosa e voilà.

Proprietà e benefici del cibo. Ricette naturali, vegetariane e vegan. Redazione di Naturalmente Mangio.

Leave a Reply

Next ArticleRucola, l'insalata anti-allergica ricca di sali e vitamine.