Confettura senza zucchero di pera, susina e pesca.

Amici di NaturalmenteMangio.it,
ecco oggi una ricetta tutta particolare.

Questa ricetta nasce dal dono che ci è stato fatto da un’amica.
Si tratta di una confettura realizzata da sua mamma.

E’ una confettura fatta con pere, susine e pesche.

La ricetta è davvero semplice, ed è senza zucchero, poiché ogni frutto che utilizziamo è davvero buono e gustoso già in sé.

Ingredienti.
2 pere (angelica sarebbe meglio) mature
5 susine mature
2 pesche (se possibile, bianche) mature

Preparazione.
Se i vostri frutti provengono da agricoltura biologica, lavateli semplicemente, disossateli e frullateli con un mixer ad immersione, con un robot da cucina o qualunque altro elettrodomestico da cucina voi abbiate per fare la stessa operazione.
Se, invece, i vostri frutti non provengono da agricoltura biologica, sbucciateli, disossateli e poi frullateli. Poiché gli elementi chimici si concentrano maggiormente sulla buccia.

Dopodiché, ponete il tutto in una pentola antiaderente (meglio se in ceramica) e fate bollire a fuoco basso per circa un’ora.
Vedrete la cottura in base alla densità della vostra confettura.
Se avete la macchina del pane (MDP), versate il tutto dentro essa e impostate il programma marmellata o confettura.

Quando la vostra confettura sarà pronta, versatela bollente dentro i barattolini, lasciando in ognuno un centimetro di vuoto (aria) prima del tappo.
Chiudete bene ogni barattolo e ponetelo a testa in giù su un piano. Questo procedimento farà si che si realizzi il sottovuoto.

Lasciate raffreddare e…
…buona sana scorpacciata!!!

Consiglio.
Trattandosi di una confettura fatta in casa, quindi senza conservanti, ne coloranti, suggeriamo di non attardarsi troppo a consumarla. In fondo ogni frutto ci è donato in una stagione poiché proprio in quella stagione ne abbiamo più bisogno.

 

Proprietà e benefici del cibo. Ricette naturali, vegetariane e vegan. Redazione di Naturalmente Mangio.

Leave a Reply

Next ArticleTata Lucia e la Nutella, specialista in educazione bocciata in alimentazione