Cucinare il Seitan, una ricetta adatta anche a chi è allergico al nichel.

Questa ricetta, amici di NaturalmenteMangio, ci viene offerta da un’amica blogger che ringraziamo davvero tanto! Lei è precisamente l’autrice del blog: http://nichelfreelife.blogspot.com

Il seitan è un alimento di origine vegetale, fatto di glutine, molto usato nella cucina vegetariana come sostituto della carne! Nella sua forma naturale non sa di un granchè, ma se invece lo sapete cucinare con le giuste spezie e contorni vi assicuro che viene molto saporito! Se invece non siete tanto brave in cucina, potete trovarlo sia nei grandi ipermercati che nei negozi bio già condito sotto forma di hamburger, salsicciotti, polpette… un po’ come quei prodotti molto più famosi fatti di soia!

Io ho imparato a cucinarlo durante i miei numerosi anni da vegetariana. Adesso mi sono ritrovata a riapprezzare questo prodotto proprio perché con il problema del nichel ho bisogno di variare la mia dieta, anche perché mangiare la carne o il pesce tutti i giorni proprio non si può!!!
Vi posto la ricetta più facile, proprio il livello base adatto un po’ a tutti i gusti e alle abilità. Poi mi sono cimentata anche in cose più azzardate….se qualcuno vuole la ricetta non ha che da scrivermelo!

Seitan alla tunisina con zucchine gratinate al forno.

Ingredienti (per due persone).
1 barattolo di seitan già tagliato a fette (di solito lo trovate in salamoia, che va benissimo perché ha già preso un po’ di sapore)
1 bustina di zafferano
zenzero in polvere o radice da grattugiare
mezzo limone
2 zucchine lunghe
3 uova
pan grattato
sale
pepe

Preparazione.

Primo passaggio

1.Tagliare a dadini le fette di seitan e condirle in una ciotola dove avrete preparato: 2 cucchiai di salsa di soia con lozafferano, lo zenzero e il succo di limone spremuto. Mescolate il tutto. Coprite con una pellicola trasparente e lasciate infrigo per circa un’ora.

Secondo passaggio

2. Tagliare con un pela patate le zucchine a fette sottili per il lungo, salate e lasciate riposare coperte da uno scottex. Intanto in una ciotola sbattete le uova, condite con sale e pepe e mettete in un piatto piano abbondante pan grattato a cui avrete aggiunto dell’olio extra vergine d’oliva. Preparate una teglia (io ho usato la placca nera) ricoprendola con carta da forno un po’ oliata. Poi potete procedere nel confezionare le vostre zucchine: prendete una fetta per volta, intingete nell’uovo, poi nel pan grattato, girando da una parte all’altra. Mettete nella teglia tutte le zucchine senza sovrapporle e infornate nel forno preriscaldato a 200°. Lasciate cuocere fino a quando vedrete che sono diventate ben dorate, poi aiutandovi con una spatola girate le zucchine e rimettete in forno per terminare la cottura.

Terzo passaggio

3. Tirate fuori il vostro seitan dal frigo. In una padella antiaderente fate un leggero soffritto con scalogno tritato e versateci il seitan con tutto il suo liquido di macerazione. Chiudete con un coperchio e fate cuocere per circa mezz’ora a fuoco lento.

Quarto passaggio

4. Impiattate lo spezzatino di seitan alla tunisina con le zucchine appena sfornate e servite con pane arabo (NaturalmenteMangio consiglia il nostro pane azzimo fatto in casa, n.d.r.) e salsa di soia!

Varianti.
Lo stesso piatto lo potete fare con alcune varianti a seconda del gusto e delle esigenze.
Seitan: senza tagliarlo potete cuocerlo alla piastra a fette, facendolo prima macerare in 2 cucchiai di salsa di soia o con un goccio d’olio d’oliva
Zucchine: molto più leggero con zucchine grigliate, oppure impanate solo con uova sbattute e farina.

Questa ricetta, amici di NaturalmenteMangio, ci viene offerta da un’amica blogger che ringraziamo davvero tanto! Lei è precisamente l’autrice del blog: http://nichelfreelife.blogspot.com

Proprietà e benefici del cibo. Ricette naturali, vegetariane e vegan. Redazione di Naturalmente Mangio.

Leave a Reply

2 commenti

  1. Sara

    Ciao, scusa se intervengo ma da quanto ho capito il fritto per gli allergici al nichel non è la cosa più indicata, perchè i grassi vegetali idrogenati contengono alti livelli di nichel. Molto meglio la versione grigliata, per chi ha problemi di nichel!

Next ArticlePane azzimo. Pane senza lievito. Come farlo in casa, semplicemente!