Ciambelle di Santa Lucia, un dolce delicato e leggero

Amici di NaturalmenteMangio, oggi vi presentiamo una ciambella davvero speciale.
La ciambella di Santa Lucia è un dolce divenuto ormai tradizione nelle Marche.
Ogni fornaio fa trovare ai suoi clienti, in questo giorno, il quale è dedicato secondo il Messale Romano della Santa Chiesa Cattolica al ricordo della martire santa Lucia, tante ciambelle dal gusto delicato e leggero, pronte per essere gustate così, semplici come sono, oppure lasciandole seccare (o magari tagliandole a fette e biscottandole in forno) inzuppate nel vin santo, o nel vino che più preferite.

Inoltre, mi soffermo un attimo per dirvi che se cercate altre ricette natalizie potete trovarle nella nostra pagina Ricette di Natale.

Le ciambelle di Santa Lucia vengono realizzate in due versioni, quella dolce e quella salata. Se volete sapere il mio parere, be’, io preferisco alla grande la versione dolce, davvero deliziosa.

Ecco a voi la ricetta.

Ingredienti (per 3-4 ciambelle).
1 uovo (a temperatura ambiente)
60 gr di zucchero (meglio se di canna)
50 ml di latte tiepido (io lo preferisco di soia)
50 ml di olio di semi di girasole
30 gr di lievito di birra
250 gr di farina
1 cucchiaio di rhum
semi d’anice

Preparazione.
In una ciotola rompete l’uovo, aggiungete lo zucchero e sbattete il composto per alcuni minuti.
Sciogliete a parte il lievito di birra nel latte all’interno di un bicchiere.
Unite anche questi al composto iniziale.
Aggiungete anche l’olio e 3/4 della farina totale. Il resto della farina lo userete per lavorare l’impasto sulla spianatoia.
Lavorate l’impasto fino a farlo diventare liscio, elastico e sempre morbido.
Mettetelo ora in una ciotola segnandovi sopra una croce con un coltello per favorire la lievitazione.
Lasciate lievitare l’impasto coperto con un panno in un posto caldo per circa un’ora (se vorrete uscire, nel frattempo, non preoccupatevi, se lieviteranno per un tempo maggiore non sarà un problema).
Riprendete l’impasto e lavoratelo sulla spianatoia aggiungendo anche i semi d’anice (che danno un sapore davvero gustoso alle ciambelle).
Dividete l’impasto in 3-4 parti, considerando che con ognuna dovrete realizzare una ciambella.
Se le volete più piccole, ovviamente, dividerete l’impasto in più parti. Tenete conto che l’impasto lieviterà ancora.
Date la forma di ciambelle alle vostre parti d’impasto e disponetele in una teglia ricoperta con della carta da forno, in modo che non si attacchino e non dobbiate ungere la teglia stessa.
Lasciateli lievitare di nuovo sulla teglia ricoperti da un panno leggero in un luogo caldo, ciò per altri 30-40 minuti (se vorrete uscire, nel frattempo, non preoccupatevi, se lieviteranno per un tempo maggiore non sarà un problema).
Finalmente è giunto il momento di infornare.
Prendete la teglia con le vostre ciambelle e infornate a 180° per 20 minuti circa.

Proprietà e benefici del cibo. Ricette naturali, vegetariane e vegan. Redazione di Naturalmente Mangio.

Leave a Reply

1 commento

  1. daniela

    mi piace,sembrano le ciambelle di mosto

Next ArticleNasce la pagina Ricette di Natale, trova e condividi le tue ricette natalizie